Libri

Il lavoro di ricerca svolto dal festival Babel porta ogni anno a scoprire testi, contesti, idee, autori affascinanti e inediti: col passare del tempo Babel ha trovato sempre più partner interessati a queste scoperte, che possono così tradursi in filmati, interviste o articoli, e soprattutto in libri.

 

Collana Alfabeti Babel delle Edizioni Casagrande
Un progetto nato dallo stretto rapporto tra Babel e le Edizioni Casagrande di Bellinzona: una collana in cui ogni anno si pubblicano titoli di narrativa, saggistica o poesia, di autori invitati al festival, legati alla lingua ospite o alle tematiche di Babel. I libri della collana «Alfabeti Babel» sono pubblicati con la cura propria delle Edizioni Casagrande, e una particolare attenzione al rispetto della traduzione e del traduttore.
I libri della collana «Alfabeti Babel» si trovano in libreria e sul sito delle Edizioni Casagrande e si possono anche ricevere gratuitamente a casa diventando Amici di Babel.

 

Dorcy Rugamba – Marembo
sono passati oltre vent’anni dal genocidio ruandese, ma il breve libro di Dorcy Rugamba ci appare oggi come una delle più autentiche testimonianze di ciò che è realmente accaduto. Non vi si trovano ricostruzioni storiche, analisi politiche o sociologiche, ma più semplicemente la vita di una famiglia, quella dell’autore, sterminata la mattina del 7 aprile 1994.
Con una nota di Daniela Marina Rossi sul lavoro svolto con Dorcy Rugamba per la traduzione del libro.

 

UnknownKamel Daoud – La prefazione del negro
libro di racconti dello scrittore algerino ospite di Babel nel 2013, tradotti da Yasmina Melaouah e le studentesse del corso per traduttori dell’ISIT: Diana Pasina, Gioia Sartori, Elisabetta Di Stefano e Elisa Orlandi.

 

zaga_copAdam Zagajewski – L’ordinario e il sublime. Due saggi sulla cultura contemporanea
libro che contiene i due splendidi saggi che aprono la raccolta di saggi del grande poeta polacco In Defense of Ardor, nella traduzione di Alessandro Amenta (volume pubblicato grazie alla cortese concessione di FSG, New York).

 

antoVetro_copIl vetro è sottile. Poeti polacchi contemporanei tradotti da poeti,
a cura di M. Campagnoli e J. Dehnel, prefazione di R. Galaverni
Prima tappa di un progetto che riunisce sei poeti polacchi e sei poeti svizzeri italiani, o italiani che hanno uno stretto legame con la Svizzera. Le coppie hanno tradotto i rispettivi testi partendo da versioni interlineari. Natalia de Barbaro e Yari Bernasconi; Jacek Dehnel e Matteo Campagnoli; Agnieszka Kuciak e Elena Jurissevich; Joanna Wajs e Vanni Bianconi; Maciej Wozniak e Fabiano Alborghetti. 

 

papas_copStephanos Papadopoulos – Questi erano i nostri fragili eroi
una scelta di poesie del poeta greco-americano ospite di Babel nel 2008, tradotte da Matteo Campagnoli e corredata da una conversazione tra autore e traduttore.

 

sidran copAbdulah Sidran – Il grasso di lepre. Poesie 1970-2009
raccolta di poesie scelte dall’intera opera del poeta bosniaco Abdulah Sidran, ospite di Babel nel 2007.

 

– – –

Babel+Humboldt
Dal 2015 Babel ha avviato una collaborazione con HumboldtBooks, casa editrice milanese specializzata in narrativa di viaggio che trae ispirazione dalle esplorazioni scientifiche del XVIII e XIX secolo. La casa editrice raccoglie esperienze multidisciplinari, unisce saperi e tecniche per raccontare viaggi e paesi con sguardo attento e non convenzionale.
www.humboldtbooks.com

 

Vanni Bianconi – London as a Second Language
fotografie: Xiaolu Guo
Questo libro è la prima fase di un progetto di libro di viaggio nella città adottiva. Cinque brevi testi, scritti in italiano e tradotti in inglese, o scritti direttamente in inglese, che si avvicinano a Londra e si allontanano da Londra, e di nuovo si avvicinano. Perché Londra è transito, trasformazione e spostamento continuo. Perché Londra è molte realtà diverse, alcune che si intersecano, molte che coesistono senza mai sfiorarsi o accorgersi l’una dell’altra.
Humboldt, 2016

 

Matteo Terzaghi e Peter Weber – Gotthard Super Express
fotografie: Laurence Bonvin
Su invito di Babel due scrittori molto diversi attraversano per primi, da sud a nord e da nord a sud, il diaframma che divide la Svizzera come la conosciamo oggi, con la sua ferrovia e la sua estensione, le sue Alpi e la loro verticalità, e quella di domani, con la sua «ferrovia di pianura attraverso le Alpi», l’Alptransit. I testi sono accompagnati da un saggio fotografico di Laurence Bonvin.
Humboldt, 2015

 

Matteo Campagnoli – Dispacci dai Caraibi
fotografie: Stefano Graziani
Liberati dal cliché di un paesaggio da cartolina, i Caraibi vengono finalmente restituiti alla loro proteiforme complessità attraverso un gioco di rimandi tra presente e passato, tra natura e cultura, tra la Storia e le storie di una manciata di scrittori che in pochi anni hanno saputo ridisegnare l’intera mappa della letteratura contemporanea: Earl Lovelace, V.S. Naipaul, Aimé Césaire, Édouard Glissant, Patrick Chamoiseau e soprattutto Derek Walcott che del viaggio è stato il nume tutelare.
Humboldt/Quodlibet, 2015

 

– – –

I libri di Cascio editore
I libri di Cascio editore sono stampati in parte con la tecnica della tipografia artigianale a caratteri mobili su carte di qualità. In questo modo ogni anno il lavoro di ricerca di Babel si sedimenta in un prezioso piccolo libro che serve da lancio ad alcuni scrittori del festival.

 

Asimmetrici arcipelaghi. Scrittori caraibici contemporanei
è un’antologia che riunisce racconti di tutti gli ospiti di Babel 2014 – Robert Antoni, Patrick Chamoiseau, Abilio Estévez, Rita Indiana, Marlon James, Earl Lovelace, Kei Miller, Lyonel Trouillot, Elizabeth Walcott-Hackshaw – tradotti per la prima volta in italiano per l’occasione dalle traduttrici Cristina Cecchi, Paola D’Accardi, Chiara Lurati, Silvia Nicolini, Francesca Pe’ e Martina Ricciardi, sotto la supervisione di Ilide Carmignani, Franca Cavagnoli e Yasmina Melaouah.

 

cop_africa_cascio_01Il labirinto della moltitudine. Scrittori africani contemporanei
antologia di cinque scrittori invitati a Babel, che vengono pubblicati in italiano per la prima volta. Gli scrittori sono: Kamel Daoud, traduzione di Daniela Marina Rossi; Patrice Nganang, traduzione di Maurizia Balmelli; Raharimanana, traduzione di Marie-José Hoyet; Dorcy Rugamba, traduzione di Daniela Marina Rossi; Roland Rugero, traduzione di Giorgio Tognola.

 

cop_libera_web_01-180x240

Antoni Libera – La benedizione di Beckett
tre racconti del drammaturgo e romanziere polacco, ospite di Babel nel 2012, a cura di Alessandro Amenta.

 

fatena_copFatina al-Garra – Tradire il signore
silloge di poesie della scrittrice di Gaza, ospite di Babel nel 2011, a cura di Simone Sibilio.

 

– – –

 

Copertina_ViviRoland Rugero – Vivi!
romanzo dello scrittore del Burundi ospite di Babel nel 2013, tradotto da Giorgio Tognola, a cura di Giuseppe Sofo, pubblicato dalle Edizioni Socrates di Roma.

babel_cat_small