Susana Moreira Marques

Susana Moreira Marques

è scrittrice e giornalista. Nata a Porto nel 1976, vive a Lisbona, dove lavora come commentatrice per radio Antena 1 e scrive per il “Jornal de Negócios”. Dal 2005 al 2010 ha vissuto a Londra, dove ha lavorato per BBC World Service, e come corrispondente per il quotidiano portoghese “Público”. Ha ricevuto diversi premi per la sua attività giornalistica. I suoi scritti sono usciti su “Granta”, “Tin House”, “Lettre International”, “Feuilleton”, e diverse altre riviste internazionali. Agora e na Hora da Nossa Morte è il suo primo libro.

 
Adesso e nell’ora della nostra morte
Susana Moreira Marques e Roberto Francavilla

Teatro Sociale, domenica 17 settembre, ore 14.00

 
«Dove sta Ivan Ilitch? Dove sta l’agonia, come ha scritto Lev Tolstoj? Dove stanno gli uomini che si guardano indietro, verso il momento in cui si sono fatti uomini? Dove sta il pentimento e il perdono? E la soddisfazione, se c’è stata, degli anni felici? I malati soffrono e sembrano non avere la forza di pensare, di porsi questioni morali – e neanche sembrano più preoccuparsi (sarà un segno dei nostri tempi?) del paradiso, dell’inferno, del giudizio finale. Vogliono solo un altro po’ di vita, vogliono un po’ più di tempo per credere che il corpo vince; tutti vogliono, con una forza sproporzionata, forse delirante, rimanere con gli occhi aperti».

Susana Moreira Marques, da Adesso e nell’ora della nostra morte, trad. Marta Silvetti

 
Nuove traduzioni difficili
Susana Moreira Marques e Marta Silvetti, Ugo Cornia e Veronique Volpato, Abdelfattah Kilito e Yari Moro.

Teatro Sociale, domenica 17 settembre, ore 10.00

babel_cat_small