Pedro Lenz

Pedro Lenz

Nato nel 1965 a Langenthal, vive a Olten. Nel 1984 si è diplomato come muratore e ha conseguito la maturità nel 1995. Ha studiato per un semestre Letteratura Spagnola presso l’Università di Berna. Dal 2001 lavora come scrittore a tempo pieno. In porta c’ero io è stato pubblicato da Capelli editore nella traduzione di Simona Sala; dal romanzo è stato tratto il film omonimo.Lenz è tra i fondatori, con Guy Krneta, del collettivo spoken word Bern is Überall, scrive articoli per vari gruppi di teatro e per la Radio Svizzera. Ha vinto il Premio letterario svizzero, il Premio Federale della cultura e il Premio Schiller.

«A Schummertal. Novembre. E il mio cuore era pesante come uno straccio per i pavimenti vecchio e fradicio. Decido dunque di andare al Maison, a prendermi un caffè Fertig. È andata proprio così: in tasca niente, oltre a un paio di sigarette e un po’ di moneta… ero però in attesa di qualcosa che qualcuno mi doveva. Ma prova a raccontarlo, appena fuori di galera, prova a dirlo a qualcuno, che a dire il vero ti spetterebbero un sacco di soldi».

Da: Pedro Lenz, In porta c’ero io, Cepelli editore, traduzione di Simona Sala

Con Guy Krneta: un dialogo tra due pendolari ai confini tra oralità e scrittura che non nascondono mai la merce scottante che contrabbandano da una parte e dall’altra.

Teatro Sociale, sabato 19 settembre, ore 14.00

babel_cat_small