Matteo Terzaghi

Matteo Terzaghi

È nato nel 1970 a Bellinzona. È scrittore e artista visivo. Il suo ultimo libro Ufficio proiezioni luminose, sempre in bilico tra la narrativa e il saggio, ha vinto il Premio svizzero di letteratura 2014. I suoi lavori artistici, sempre in coppia con Marco Zurcher, hanno vinto diversi riconoscimenti nazionali e internazionali. Per Babel 2015, ha scavato nel tempo che resta prima della cancellazione delle linee ferroviarie regionali, del paesaggio e dell’avvicinamento graduale al Gottardo, e ha scritto L’anno del conto alla rovescia.

«Che cos’è un’antistazione? È una stazione dove arrivano e partono gli antitreni e gli antipasseggeri e dove si possono bere degli anticaffè, comprare degli antigiornali e leggere delle antinotizie, le quali tra l’alto, sia detto per inciso, procurano un grande sollievo».

Da: Gotthard Super Express, Humboldt Editore, 2015

Il suo testo tradotto in tedesco da Barbara Sauser: http://literarischermonat.ch/artikel/das-jahr-des-countdowns

Con Peter Weber: due scrittori molto diversi attraversano per primi il diaframma che divide la Svizzera come la conosciamo oggi, con la sua ferrovia e la sua estensione, le sue Alpi e la loro verticalità, e quella di domani, con la sua «ferrovia di pianura attraverso le Alpi»

Il volume è pubblicato per Babel da Humboldt editore www.humboldtbooks.com I due testi sono accompagnati da un saggio fotografico di Laurence Bonvin www.laurencebonvin.com

Teatro Sociale, sabato 19 settembre, ore 16.30

babel_cat_small