Kei Miller

Kei Miller

con Flavio Santi

Teatro Sociale, domenica 14 settembre, ore 17.30

Nato in Giamaica nel 1978, vive e insegna a Glasgow. È narratore e saggista, ed è considerato uno degli eredi della grande tradizione poetica caraibica. Il suo primo libro di poesia è stato finalista al Commonwealth First Book Prize, e la raccolta di saggi Writing Down the Vision ha vinto il Bocas Prize per la saggistica.
“Si sollevino gli architravi della poesia: una nuova forte presenza è in arrivo” Lorna Goodison

«Un lucente canto di luce non parla
la lingua di tutti i giorni.
A dir la verità all’inizio non so mai
cosa mi può succedere con questo paese –
come potrei iniziare ad ascoltare me stesso
attraverso le orecchie altrui,
come potrei iniziare a mettere le parole in fila
e scambiare quelle che ho in mente
con quelle che credo capirete,
finché non diventerà naturale, questo modo di parlare
lento e attento, questo parlare come il camminare di un uomo
che si ritrova in una strada a lui ignota,
che cerca in tutti i modi di sembrare a suo agio,
di non preoccuparsi. E forse non c’è niente di sbagliato
in questo parlare artificiale, tranne che
non è il modo per cantare».

Kei Miller, da: Asimmetrici arcipelaghi. Scrittori caraibici contemporanei, Cascio editore 2014, traduzione di Flavio Santi

babel_cat_small