Guillermo Arriaga

Guillermo Arriaga

nato nel 1958 a Città del Messico: Babel 2010.
“Una volta sono andato a vedere un film. Parlava di due fratelli che in gioventù erano stati molto ribelli. Crescendo, uno era diventato un poliziotto, l’altro un criminale. Il poliziotto aveva scelto una vita tranquilla, in famiglia. Il delinquente un’esistenza oscura, nomade. Una sera, in un bar, il fratello criminale rimprovera al fratello poliziotto di aver perduto il suo fuoco, di essersi sottomesso e umiliato, di essersi trasformato in una caricatura di se stesso. Lo sprona a ritrovare il fuoco, ad abbandonare la sua routine di uomo responsabile e noioso. Il fratello poliziotto non gli risponde. Si limita a rompere una bottiglia contro il bancone e a tagliarsi un avambraccio con il vetro rotto. “Il fuoco uno se lo tiene dentro”, gli dice sanguinando. L’altro lo guarda attonito. Con calma il poliziotto gli porge il vetro insanguinato. Il fratello lo rifiuta e scappa via dal bar”.
da Il bufalo della notte, traduzione di Stefano Tummolini, Fazi

babel_cat_small