Franco Buffoni

Franco Buffoni

con Patrick Chamoiseau

Teatro Sociale, sabato 13 settembre, ore 15.30

Poeta, narratore, saggista e traduttore. Tra i suoi libri di poesia ricordiamo Suora carmelitana, Il profilo del Rosa, Guerra, Noi e loro, Roma. L’Oscar Mondadori Poesie 1975-2012 raccoglie tutta la sua opera poetica. Dirige il semestrale «Testo a fronte». È autore dei romanzi Reperto 74, Zamel, Il servo di Byron e dei pamphlet Più luce, padre e Laico Alfabeto.

«Solibo Magnifique mi diceva: – … Uccello di Cam, tu scrivi. Va bene. Io, Solibo, parlo. La vedi la distanza? Nel tuo libro su Manman Dlo, vuoi catturare nella scrittura il parlato, vedo che ritmo vuoi dare, come vuoi incalzare le parole in modo che suonino alla lingua. Mi dici: Non ho ragione, papà? Io dico: Non si scrive mai il parlato, ma solo parole, altrimenti avresti dovuto parlare. Scrivere è come tirare su il lambi dal mare per dire: questo è il lambi! Il parlato risponde: dov’è il mare? Ma non è questa la cosa importante. Io me ne vado, ma tu resti. Io parlavo, ma tu scrivi annunciando che vieni dal parlato. Mi tendi la mano al di sopra della distanza che c’è tra di noi. Va bene, però tu tocchi con mano la distanza…».
da: Solibo il magnifico, Einaudi 1988, traduzione di Yasmina Melaouah.

babel_cat_small