Home

Trinidad, Cuba, Jamaica, Martinique, Haiti, Republica Dominicana, Bahamas

11-14 settembre 2014

Nel 2014 Babel invita gli scrittori delle Antille: un crogiolo di razze e di culture le cui radici storiche affondano profonde in Africa e in Europa, ma le cui ramificazioni si spingono verso le Americhe e il mondo intero. O meglio, come mangrovie, si radicano e ramificano nel mare reagendo all’incessante cambiamento delle correnti e delle maree con una capacità di adattamento, aggregazione, ribellione e riconquista unica al mondo. Dallo spagnolo di Cuba e della Repubblica Dominicana al francese di Haiti e della Martinica, all’inglese di Trinidad&Tobago e della Giamaica all’olandese di Curacao, al portoghese, al hindi, al cinese, alla varietà di patois e creoli, le lingue delle Antille rispecchiano questo ricchissimo e drammatico groviglio di influssi diversi.

Gli autori di Babel 2014 sono Earl Lovelace, Lyonel Trouillot, Abilio Estévez, Elizabeth Walcott-Hackshaw, Rita Indiana Hernandez, Patrick Chamoiseau, Robert Antoni, Kei Miller, Bern ist Überall.

- – - – - – -

> > Sono aperte le iscrizioni ai workshop di traduzione letteraria 2014

> > Guarda la galleria di immagini 2013 e il trailer 2013

> > Robert Antoni ha vinto l’OCM Bocas Prize for Caribbean Literature 2014 for Fiction

nw5510

> > Everything is not a problem

- – - – - – -

Babel è il festival letterario centrato sulla traduzione, sia in senso stretto – scrittori che hanno uno stretto rapporto con più lingue o più culture a dialogo con i loro traduttori italiani, laboratori di traduzione, traduzioni tra le arti e pubblicazione di libri – sia come metafora di ospitalità linguistica, attraversamento e incontro.

Ogni anno Babel invita una lingua ospite, e questa si presenta sotto forma di scrittori, artisti, musicisti e traduttori: l’ungherese, le lingue balcaniche, gli inglesi uniti d’America, il russo, lo spagnolo messicano, le lingue della palestina, il polaccoil francese d’Africa e le lingue delle Antille, con ospiti come Derek Walcott, Amitav Ghosh, Mourid Barghouthi, Adam Zagajewski, Ismail Kadaré, Jamaica Kincaid, Ljudmila Ulickaja, Ruben Gallego, Paco Ignacio Taibo II, The Tiger Lillies, West-Eastern Divan Orchestra e András Keller.

Accanto alla programmazione letteraria, denominata «La parola oltre i confini», con «Oltre i confini della parola» Babel estende la sua ricerca agli altri linguaggi artistici. Completano il festival il Settore ricerca, Scuole, extraBabel, infraBabel.

Babel ha vinto il Premio svizzero di letteratura 2013 per la traduzione e mediazione letteraria e il Premio della Giuria

PRH_logo_DE_CMYKswisslosb-nNewLogoBzonaOrizG+N
LOGO_FondCulturelSud

fondazione-NewLogoGöhnerjanMICHALSKILOGO_UBSfondazioneCoop_CulturalogoIstIt

Partner logistici

HOI_Logotipo_FINALELOGO_HelsanaGRIGIO
Media partner
LOGO_Rete2LOGO_laRegione

babel_cat_small